mozzarella-logo

Ma che cos’è la Mozzarella STG?

E’ un formaggio fresco a pasta filata e molle con una forma sferoidale: una palla un po’ irregolare.
La Mozzarella STG prodotta dalla Latteria di Soligo ha una pelle tenera, una superficie omogenea liscia e lucente ed è color bianco latte. La pasta si presenta a foglie sovrapposte che, una volta tagliata o lievemente schiacciata, rilascia un liquido lattiginoso.
Si tratta di un formaggio morbido e leggermente elastico, che si può spezzare facilmente con le mani e che fonde piacevolmente… ottima quindi per rendere gustosa la pizza.

Che gusto ha?

La Mozzarella STG ha un profumo fragrante e delicato di latte lievemente acidulo, il sapore è sapido e fresco. e le sue caratteristiche organolettiche sono:
aspetto: pelle di consistenza tenera, superficie liscia e lucente, omogenea, di color bianco latte;
pasta di struttura fibrosa (più pronunciata all’origine), a foglie sovrapposte, che rilascia al taglio e per leggera compressione liquido lattiginoso; possibile presenza di distacchi ma non di occhiatura; colore omogeneo, bianco latte;
consistenza: morbida e leggermente elastica;
sapore: caratteristico, sapido, fresco, delicatamente acidulo:
odore: caratteristico, fragrante, delicato, di latte lievemente acidulo.

E’ un ottimo alimento nei mesi caldi perché può essere consumata nelle insalate, con i pomodori nella celebre “caprese” o in piatti freddi condita con l’aceto balsamico. Nella tavola invernale è ottima nella realizzazione di piatti gustosi come le crocchette, la variante delle melanzane alla parmigiana o la tradizionale “mozzarella in carrozza”.

Quali sono gli ingredienti chiave della Mozzarella STG?

Le materie prime utilizzate sono: latte intero che arriva crudo in caseificio, caglio bovino liquido e sale. Non vengono utilizzati additivi alimentari e nemmeno coadiuvanti tecnologici diversi, ma solo ingredienti naturali e di qualità.

Quali sono le fasi principali nella produzione della Mozzarella STG?

Il latte viene pastorizzato scaldandolo ad una temperatura minima di 71,7 °C per almeno 15 secondi, poi vengono aggiunti il lattoinnesto naturale e il caglio bovino liquido. Una volta amalgamati tutti gli ingredienti la cagliata viene tagliata, rotta e viene tolto il siero , lasciando che la cagliata maturi. Quindi viene tagliata in pezzi la pasta matura per filare poi la pasta con acqua calda alla quale può essere aggiunto del sale.

Dopo questo procedimento sempre lavorando a caldo la pasta, vengono formate le palle di mozzarella che viene quindi rassodata in acqua fredda per passare poi al confezionamento.

Come viene confezionata la Mozzarella STG?

Il confezionamento avviene, appena dopo il rassodamento del formaggio.
Il liquido che viene inserito nelle confezioni, detto liquido di governo, è costituito di acqua con eventuale aggiunta di sale.
La Mozzarella STG non può venire venduta se non è stata confezionata all’origine (nello stabilimento dove viene prodotta)  e nella confezione deve esserci il marchio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

 

Visita il sito: mozzarellastg.latteriasoligo.it