provolone-logoProfumo e Sapore

Tipologia dolce: profumo e sapore delicato, dolce.
Tipologia piccante: profumo intenso, lievemente pungente; sapore pronunciato e piccante, caratteristico.

Lavorazione

Si porta il latte intero a temperatura ideale e vi si aggiunge il siero-innesto naturale. Grazie all’uso del caglio di vitello o di capretto e/o agnello (che determina il sapore del formaggio – dolce o piccante) il latte coagula e dopo la rottura della cagliata e la successiva rottura, la massa caseosa (pasta), viene lasciata fermentare naturalmente affinchè acquisisce consistenza. Si procede quindi alla filatura della pasta con acqua calda circa a 70° C, cui segue la formatura. Al termine le forme vengono raffreddate in acqua gelida e passano alla salatura che si effettua per bagno in salamoia. Terminata questa fase le forme vengono fatte asciugare e successivamente poste in idonei magazzini di stagionatura.

Stagionatura

Effettuata in ambienti idonei per temperatura ed umidità all’interno della zona di produzione.
Formati dal peso inferiore a 6 kg: minimo 10 giorni.
Formati oltre i 6 kg: minimo 30 giorni;
Formati oltre i 15 kg (solo per la tipologia piccante): minimo 90 giorni;
Formati oltre i 30 kg (tipologia piccante con marchiatura P.V.S.): oltre 8 mesi.

Valori nutrizionali

Provolone Valpadana dolce breve stagionatura: energia 347,5 Kcal.
Provolone Valpadana piccante media-lunga stagionatura: energia 375 Kcal.

Aspetto

La caratteristica del Provolone Valpadana è la molteplicità delle forme ed in particolare: a salame (pancetta / pancettone), a melone (mandarino / mandarone), tronco-conica (gigante / gigantino), a pera, anche sormontata da testolina sferica (fiaschetto).

Calendario e area di produzione

Prodotto tutto l’anno, dalla capitale Cremona si irradia sulle intere province di Brescia, Piacenza, Verona, Vicenza, Rovigo e Padova nonché in alcuni comuni di Bergamo, Mantova, Lodi e Trento.

 

Visita il sito: www.provolonevalpadana.it