88-Villa Pisani Bolognesi Scalabrin

Costruita dal Cardinale Francesco Pisani, Vescovo di Padova all’inizio del 1500, nello stesso periodo in cui il prelato fece progettare al Palladio il Palazzo di Montagnana e il palazzetto di Monselice, che ne fece la sua residenza di dominio della proprietà fondiaria in terra ferma. La Villa rimase di proprietà della famiglia Pisani di Santo Stefano, la stessa che edificò la Villa Pisani di Stra nel 1700, fino al 1900, quando morì l’ultima Contessa Pisani. Evelina van Millingen Pisani. Dopo un breve periodo di proprietà della famiglia Bentivoglio Mocenigo, la dimora passa alla famiglia Bolognesi Scalabrin.

Eccellenze del contesto: Da Villa Pisani , a una distanza di circa 10/15 km,.si può visitare Monselice, con il suo splendido Castello, Cà Marcello di Ezzelino da Romano, e il Duomo Vecchio romanico. Si può visitare Este, con i suoi Musei , in particolare il suo splendido Museo Archeologico sito nel Castello dei Carraresi. Si può visitare la Cattedrale con il dipinto del Tiepolo. E si può raggiungere la Villa Badoer a Fratta polesine, nonché Rovigo, con le sue belle Mostre, il Museo e la Rotonda.

Eccellenze della villa: Le sale della Villa sono affrescate dai più importanti pittori dell’epoca come Paolo Veronese, Gin Battista Zelotti e Dario Varotari. Anche alcuni pittori fiamminghi operarono in questa dimora, come Ludovico Toeput, detto il Pozzoserrato. Una sala in particolare, molto originale perché i soggetti sono Imperatori romani a cavallo, si deve a partecipazione del fiammingo. L’arredamento è originale d’epoca e alcuni stucchi ottocenteschi decorano la sala della musica. Circonda il Palazzo un vasto e splendido giardino all’italiana, con contaminazioni islamiche,seguito da un grandissimo parco romantico di stile ottocentesco inglese. L’opera si deve alla Contessa Evelina van Millingen Pisani, sposa di Almorò Pisani che nel 1800 decise di sostituira l’agrumeto per farne un Hortus Floridus ricco di ogni sorta di bulbose, di rose antiche e di tantissime specie di alberi , anche non autoctone. Nel giardino e nel parco si trovano posto e si ammirano statue del Besarel, fontane, vasche, Cappella neogotica del Selvatico, Teatro, pozzo, ghiacciaia, barchesse e scudera.

Contatti

Via Roma, 19/25 – 35040 – Vescovana (PD)
Tel.: 0425920016 – Fax: 0425920016
E-mail: info@villapisani.it  –  Web: www.villapisani.it

Per sapere di più visita il sito: www.veneto.eu/ville-venete