94-Villa Trissino Marzotto

La villa sorge su un ‘antica roccaforte fatta costruire da Trissino, una famiglia di origine germanica giunta nella zona nei primi decenni dell’undicesimo secolo. L’edificio originario fu ampliato nel 400 e poi trasformato in villa nel 18° secolo ad opera dell’architetto Muttoni. La proprietà rimase in amano ai Trissino fino oltre la metà dell’800 quindi passò ai conti Da porto in seguito al matrimonio dell’ultima discendente con un erede di tale famiglia. Nel 1951, dopo che era stata spogliata e lasciata decadere durante la seconda Guerra Mondiale, fu acquistata dal conte Giannino Marzotto che un po’ alla volta la riportò allo splendore originale.

Eccellenze del contesto: “Città Sociale” a Valdagno, Villa da Schio Castelgomberto, I Castelli di Giulietta e Romeo a Montecchio, Villa Cordellina a Montecchio.

Eccellenze della villa: Parco Secolare, arredamento originale dell’epoca, collezione Arazzi “Les Enfants jardiniers, o Les Jeux d’Enfants”, committenza Gonzaga” produzione fiamminga Pannemaker su disegni di Raffaello e Giulio Romano, collezione di quadri dell’800 italiano “I macchiaioli”.

Contatti

Piazza Gian Giorgio Trissino, 2 – 36070 – Trissino (VI)
Tel.: 0445962029 – Fax: 0445962090
E-mail: info@villatrissinomarzotto.it  –  Web: www.villatrissinomarzotto.it

Per sapere di più visita il sito: www.veneto.eu/ville-venete